Google, con l’intelligenza artificiale si duetta al piano

Si suona con tastiera virtuale e computer risponde ‘a tono’

ROMA – Con l’intelligenza artificiale creata da Google si può anche duettare al pianoforte. L’obiettivo non è solo cimentarsi nella musica, ma anche iniziare a familiarizzare con questo tipo di tecnologia e di software sempre più avanzati.

L’esperimento lanciato dalla compagnia californiana si chiama ‘A.I. Duet’ onsiste in un sito in cui si possono suonare alcune note su una tastiera virtuale e ricevere una “risposta intonata” da parte del computer. O meglio da parte dell’intelligenza artificiale che c’è dietro.

Il software “suonerà” il piano, duettando con la persona che suona la tastiera virtuale, sfruttando il ‘machine learning’: non riprodurrà melodie già programmate in partenza, ma si adatterà, “imparando”, a quello che la persona man mano suonerà.

Chiunque può cimentarsi col sistema, anche se non è un pianista provetto: l’intelligenza artificiale risponde anche se si spingono a caso i tasti. A.I. Duet fa parte del progetto Magenta gestito da Google Brain.

È lo stesso sistema informatico che nei mesi scorsi ha composto la sua prima canzone e realizzato opere d’arte a partire da fotografie (i quadri ottenuti sono stati venduti a un’asta a San Francisco). Quello dell’arte, della creatività più in generale, è uno dei campi di prova più sofisticati per le tecnologie di intelligenza artificiale. Con Magenta Google punta a esplorare tutto il potenziale creativo dei computer.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *